Le cure delle Terme Baistrocchi

Quali sono le cure termali disponibili alle Terme Baistrocchi di Salsomaggiore?

Le cure termali, erogate nel nostro centro termale, rientrano nei Livelli essenziali di assistenza garantiti dal servizio sanitario nazionale. I nostri trattamenti hanno una valenza terapeutica riconosciuta dallo Stato  nella cura e nella riabilitazione delle patologie osteoarticolari e delle affezioni delle vie aeree superiori. Le Terme Baistrocchi dispongono inoltre di un direttore sanitario e di uno staff medico a disposizione per qualsiasi necessità. Tutti i trattamenti vengono erogati nel pieno rispetto delle normative vigenti. Tutta la struttura è stata attentamente sanificata.

CURE INALATORIE
Le cure termali inalatorie a base di acqua termale salsobromoiodica rinforzano il nostro organismo e le nostre difese immunitarie, migliorando la nostra capacità respiratoria. Si rivelano perciò molto utili per la prevenzione di influenze, sinusiti, raffreddori e bronchiti.

 

Cure termali inalatorie

 

L’acqua termale viene nebulizzata dal vapore costituendo un aerosol caldo-umido che fluidifica le secrezioni e deterge la superficie delle mucose delle alte  vie aeree e dei grossi bronchi.

Gli aerosol individuali sono apparecchi ad aria compressa (1-1,5 atmosfere) per la aerosolizzazione individuale dell’acqua termale. Il vantaggio è soprattutto quello di avere un nebulizzato fine, secco e penetrante. Si usa prevalentemente acqua madre isotonica e acqua madre decalcificata.

E’ un sistema di nebulizzazione che scompone in particelle l’acqua termale diffondendola nell’ambiente. Si tratta di una nebulizzazione di tipo aerosolico che può rendere la polverizzazione secca o umida a seconda delle necessità terapeutiche. La polverizzazione secca è più indicata per il trattamento delle prime vie respiratorie, mentre quella umida per quello delle basse vie respiratorie.

Le irrigazioni si effettuano attraverso una sonda nasale che emette Acqua Madre a bassa pressione erogata ad una temperatura di 36-37° C. Utili nelle malattie del naso e della gola caratterizzate da catarro, sinusiti, riniti, le irrigazioni puliscono e detergono le cavità nasali e preparano a ricevere le particelle di vapore termale delle altre cure inalatorie.

Si effettuano grazie a un’ampolla monouso che produce un getto micronizzato di particelle di acqua termale diretto nella narice. L’abbondante idratazione della cavità nasale e del rinofaringe favorisce la fluidificazione del muco e del catarro che si stacca grazie alla pressione del getto. Il secreto sarà espulso tramite l’apposita uscita dell’ampolla.

L’insufflazione endotimpanica è la metodica più diretta per raggiungere la cassa timpanica con un catetere metallico fine e favorire la risoluzione della patologia dell’orecchio medio. L’altra metodica di aerazione tubo-timpanica è rappresentato dal politzer crenoterapico. Si tratta di un mezzo terapeutico semplice, efficace, applicabile anche nei casi in cui l’insufflazione endotimpanica riesce difficoltosa o impossibile ed è in grado di realizzare una kinesiterapia del sistema timpanico-ossiculare di enorme utilità nella cosiddetta sordità rinogena da tubo-timpanite e capace di attuare in campo termale quanto meglio nella prevenzione e nella riabilitazione.

BAGNI E FANGHI TERMALI

Sono particolarmente indicati per la cura e la prevenzione di reumatismi e dolori articolari

 

Bagno termale

 

Bagno in acqua salsobromoiodica. Il bagno termale viene effettuato in vasche riempite di acqua salsobromoiodica della capienza di 300 litri. Durante le 12 sedute da 15-20 minuti l’una previste, l’acqua termale viene usata a concentrazione progresiva da 3 a 10 Baumè ad una temperatura di circa 37 gradi.

Bagno con idromassaggio. Rappresenta una variante rispetto al normale bagno termale. In questo caso nella vasca riempita di acqua termale vengono convogliate finissime bolle d’aria compressa che producono una vasodilatazione periferica. Questo tipo di bagni è generalmente prescritto ai pazienti affetti da problemi circolatori.

Bagno con ozono. E’ un bagno salsobromoiodico, preparato con la tecnica abituale, collegato con un apparecchio per l’ozonizzazione dell’acqua. Questo tipo di trattamento migliora l’ossigenazione dei tessuti e il metabolismo cellulare; è quindi particolarmente indicato nelle vasculopatie periferiche, dismetabolismi ed artropatie croniche.

L’applicazione di fanghi termali è una terapia da effettuare prima del bagno per aumentarne ancor più l’efficacia d’azione. A Salsomaggiore i fanghi vengono applicati in zone piuttosto limitate ed in alcuni casi a giorni alterni. Le indicazioni terapeutiche sono molteplici e le terapie vengono stabilite al momento della visita preliminare.

IDROPERCORSO VASCOLARE

Questo trattamento sfrutta ed intensifica tutte le proprietà dell’acqua salsobromoiodica che viene convogliata in due vasche parallele a temperatura differenziata. L’alternanza di acqua calda e fredda e gli idrogetti posizionati a diversa altezza, su tutta la lunghezza delle pareti laterali, agiscono sulla circolazione periferica tramite una ginnastica vascolare, determinando un immediata sensazione di benessere e leggerezza delle gambe.

CURE GINECOLOGICHE

Le acque termali di Salsomaggiore sono perfette anche per curare e prevenire tutti quei disturbi tipicamente femminili. Scopri il nostro percorso dedicato alle donne! CLICCA QUI

Quanto costa un ciclo di cure termali?

Presentando l’impegnativa del proprio medico curante è possibile usufruire ogni anno di un ciclo di cure termali pagando soltanto il ticket, a partire da 3,10 euro. Qui tutte le indicazioni su come compilare correttamente l’impegnativa.

 

Per informazioni: 0524/570057medicina@termebaistrocchi.it

Banner-Image
Banner-Image